APPLICAZIONE SPLIT PAYMENT
21 Jun

APPLICAZIONE SPLIT PAYMENT

Saremo soggetti a Split Payment ma NON a ricevere fatture FEPA in formato elettronico.

Come riportato nel D.L. 50 del 24 aprile 2017 (c.d. “manovra correttiva”) a far data dall’ 01 luglio 2017 viene esteso l’ambito di applicazione dello speciale meccanismo di riscossione dell’IVA denominato scissione dei pagamenti (“split payment”) anche alle società controllate direttamente dalle regioni, provincie, comuni e unioni di comuni.

Nello stesso meccanismo sono inclusi i compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito (es. professionisti). Non si applica agli acquisti di beni e alle prestazioni di servizi soggetti al “reverse charge”.

Visto che l’azienda Casalasca Servizi s.p.a. è una società controllata direttamente da comuni o unioni di comuni, per tutte le operazioni effettuate nei nostri confronti i relativi documenti (fatture e note di credito) che emetterete con data dall’01 luglio 2017 dovranno:

  1. riportare la dicitura “Iva da versare a cura del cessionario/committente ai sensi dell’art. 17-ter del D.P.R. 633/72 apponendo anche l’annotazione (scissione dei pagamenti)”;
  2. esporre l’aliquota e l’ammontare dell’IVA dovuta che non concorrerà però alla determinazione della Vostra liquidazione IVA periodica, poiché la suddetta IVA non sarà più liquidata al cedente/prestatore (Fornitore) a saldo della fattura, ma sarà pagata  direttamente all’Erario da parte del committente/cessionario (Casalasca Servizi s.p.a.). Pertanto la nostra società è tenuta a versare direttamente all’Erario l’IVA addebitata dai fornitori e pagare a questi ultimi solo l’imponibile.

I documenti (fatture e note di credito) con data di emissione dall’01 luglio 2017 non conformi alle disposizioni riportate ai punti soprascritti 1. e 2. non potranno essere registrati e pagati, in questo caso sarà quindi necessario che Vi attiviate per la rettifica dei documenti in base alle istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate.